Benetton abbigliamento usato - Guida all'acquisto

benetton-abbigliamento-usato

Benetton Group è un  marchio di moda diffuso globalmente , con circa 6.000 punti vendita nei più importanti mercati internazionali. Prende il suo nome dalla famiglia Benetton, che ha fondato l'azienda trevigiana nel 1965. 

Pelliccia ecologica benetton

Pelliccia ecologica "benetton", colore bordeaux. taglia 44/46/ottime condizioni

2 settimane, 4 giorni fa € 25 Verona (Verona)

Secondo i dati del 2013 i suoi negozi generano un fatturato complessivo di circa 1,6 miliardi di euro.

Uno dei punti di forza del  Gruppo Benetton  è l'innovativo stile comunicativo.

Pantalone uomo benetton

Pantaloni da uomo scuri della benetton, taglia 48 composizione tessuto: pura lana vergine, viscosa, poliestere e acetato.

2 mesi, 3 settimane fa € 10 Ravenna (Ravenna)

LA STORIA

 

1960s 

É il 1963 quando a Treviso un commesso trentenne vende la bicicletta del fratello minore per acquistare la sua prima macchina da maglieria usata. Il suo nome è Luciano Benetton, è il maggiore di quattro figli, e la piccola collezione di maglioni che realizzerà di lì a poco viene subito accolta positivamente dai negozi del Veneto. 

L'imprenditore trevigiano decide allora di coinvolgere i due fratelli più piccoli, Gilberto e Carlo, e la sorella Giuliana. É così che nel 1965 viene costituito il Gruppo Benetton e nel 1966 viene aperto a  Belluno il primo negozio del marchio

Gli anni sessanta sono segnati anche dall'apertura a Parigi del primo negozio fuori dai confini italiani, con Luciano Benetton nel ruolo di presidente, il fratello Gilberto in quello di responsabile dell'amministrazione, il fratello minore Carlo in quello di produzione in corso, ed infine Giuliana nel ruolo di capo progettista. 

1970s

Gli anni settanta vedono invece l'entrata nel portfolio del gruppo del marchio  Sisley  (1974) e la progressiva esportazione della produzione, che nel 1978 arriva al 60%. 

In questi anni ha inizio anche la collaborazione nello sviluppo di marchi importanti come  United Colors, Zerododici, Playlife e Sisley  stesso, con l'ex calciatore ed imprenditore Antonio Percassi.

1980s

Gli anni ottanta sono i più ricchi di eventi per l'azienda trevigiana, a cominciare dall'apertura del primo punto vendita a New York City nel 1980, situato su Madison Avenue, e a Tokyo nel 1982, anno che vede anche l'inizio della prolifica collaborazione con il pubblicitario milanese  Oliviero Toscani .

Il Gruppo Benetton fa poi il suo ingresso  Formula 1  nel 1983 come sponsor della Tyrrell, per poi, dopo aver costituito il team  Benetton Formula Limited , acquisire la Toleman nel 1986. La parentesi automobilistica si chiude infine nel 2000, quando la squadra viene acquisita dalla  Renault .

Nel 1985 la campagna pubblicitaria della Benetton si aggiudica il "Grand Prix de la Publicité", primo di una lunga serie di riconoscimenti che, tra critiche e censure, terrano il marchio veneto al centro del dibattito in molti paesi.

Il 1986 è invece l'anno dell'ingresso nella borsa di Milano, a cui seguirà Francoforte nel 1988 e New York nel 1989.

Nel 1987 il gruppo continua a distinguersi con la crezione della  Fondazione Benetton Studi  e dell' International Carlo Scarpa Prize 

La caduta del Muro di Berlino avrà infine il suo influsso anche sulla storia della Benetton Group, che nel 1989 fa il suo ingresso nei mercati dell'Est Europa e dell'Unione Sovietica.

1990s

Nel 1991 si aggiunge al curriculum dell'azienda veneta la rivista  Colors , venduta in 40 paesi e pubblicata in 4 lingue.

Nel 1994 segue  Fabrica , il Centro di Ricerca sulla Comunicazione del Gruppo Benetton.

2000s

Nel 2003 cambia il modo di operare dell'azienda: la famiglia Benetton fa un passo indietro dalla gestione e lascia maggiori responsabilità ai manager. Quando arriva il 2005 il brand Benetton è ormai presente con 5.000 negozi in 120 paesi e Alessandro Benetton, figlio di Luciano, viene nominato vice presidente del gruppo.

Nella seconda metà degli anni zero continua la diffusione globale del marchio: il Centre Pompidou di Parigi ospita la mostra "Fabrica: Les Yeux Ouverts"(2006); inizia la collaborazione con  Trent  del gruppo  Tata  in India e con  Sears  del gruppo  Slim  in Messico (2008); viene lanciata la campagna  Microcredit Africa Works  (2008); inaugurazione del primo negozio del futuro ad Instanbul, all'interno del progetto "Opening soon ..." (2009).

2010s

Arriviamo ai giorni nostri con il lancio del casting globale  IT'S MY TIME  (2010), che coinvolge 217 paese, 65.000 partecipanti e veicola sul sito dello competizione 4 milioni di persone. 

Nello stesso anno  Biagio Chiarolanza e Franco Furnò  diventano i nuovi direttori con poteri esecutivi.

Il 2011 è invece l'anno del progetto  LANA SUTRA , della campagna mondiale UNHATE e della nomina a Direttore Creativo di  You Nguyen .

Nel 2012 il gruppo la Borsa di Milano dopo 25 anni e torna sotto controllo privato.

I riconoscimenti di  Greenpeace  e il lancio della nuova campagna  Sisley  "Autunno Inverno 2013-2014", con  Georgia Jagger  come testimonial d'eccezione, sono tra gli avvenimenti più significativi del 2013, seguiti nel 2014 dall'inaugurazione a Milano, Mosca e Berlino di "On Canvas", un nuovo concetto di negozio che rende il prodotto il vero protagonista del marchio.

Il 2014 è anche l'anno della riorganizzazione dell'azienda, con la dismissione del marchio  Playlife  e la divisione del gruppo in tre realtà distinte: i marchi, le manifatture e gli immobili.

Nel 2015  Benetton Group  compie 50 anni.

MARCHI

Nonostante la diversificazione delle attività, il cuore degli affari dell'azienda restano le linee di abbigliamento, dalle collezioni per uomo, donna e bambino alle borse da viaggio.

La società veneta è proprietaria dei seguenti marchi:  Sisley, Undercolors Benetton e United Colors of Benetton .

PRODUZIONE

Villa Minelli

La sede centrale dell'azienda è  Villa Minelli , un complesso di edifici del XVI secolo situato a Ponzano Veneto, nella provincia di Treviso.

Acquistata nel 1969, dalle metà degli anni ottanta è diventata, dopo 15 anni di restauro per mano di  Afra  e  Tobia Scarpa , la sede logistica del Gruppo Benetton.

Delocalizzazione

La famiglia Benetton ha adottato una politica di delocalizzazione della produzione fin dai suoi esordi e ad oggi il  Bangladesh  è uno dei principali luoghi di produzione dell'azienda.

Complessivamente il Gruppo Benetton può contare su oltre 10.000 dipendenti e una rete di piccoli fornitori che dalla provincia di Treviso si estende su tutto il Vecchio Continente ed oltre.

MARKETING

Oliviero Toscani

Uno dei punti di forza dell'azienda veneta è stato quello di comprendere e sfruttare fin dall'inizio tutte le potenzialità della  campagna pubblicitaria . La massima personalizzazione del marketing è arrivata negli anni ottanta con l'inizio della sponsorizzazione di una serie di sport, ma soprattutto con le originali campagne "United Colors", che hanno contribuito alla notorietà del Gruppo Benetton.

La singolarità di quest'ultime sono legate alla creatività del fotografo Oliviero Toscani, a cui la società trevigiana ha lasciato carta bianca. Sotto la sua direzione nelle campagne Benetton hanno fatto ingresso contenuti ed immagini suggestive, estranei ai prodotti venduti dall'azienda.

Dal neonato non lavato, e con il cordone ombelicale ancora attaccato (1991), alla scena sul letto dell'attivista David Kirby, malato terminale di AIDS (1992), la varietà degli argomenti e la loro natura scioccante hanno mantenuto il marchio veneto al centro del dibattito in molti paesi e per lungo tempo.

Su uno sfondo quasi sempre bianco ed il logo dell'azienda, spesso l'unico testo ad accompagnare l'immagine, si sono susseguite, tra le altre, l'immagine del seno di una donna di colore che allatta un bambino bianco (1989), un prete e una suora alle prese con un bacio romantico (1991), il tatuaggio sul braccio di un uomo con scritto "HIV Positive" (1993), o quella di una T-shirt e pantaloni insanguinati, appartenenti ad un soldato ucciso in Bosnia (1994).

La collaborazione con Oliviero Toscani, che ricoprirà un ruolo centrale anche nella creazione della prima rivista globale Colors e del Centro di Ricerca Fabrica, termina nel 2000.

Fabrica

Fabrica nasce nel 1994 da un'iniziativa di  Luciano Benetton e Oliviero Toscano   ed è il Centro di Ricerca sulla Comunicazione finanziato dal Gruppo Benetton.

Tra le attività svolte c'è anche la pubblicazione di Colors, magazine finanziato dalla società trevigiana.

Il Centro ha sede presso Villa Pastega Manera, un complesso restaurato da  Tadao Ando , a Catena di Villorba, in provincia di Treviso.

Fondazione Unhate

Le campagne pubblicitarie dell'azienda veneta tornano a suscitare polemiche nel 2011, quando la Benetton lancia la sua nuova campagna mondiale di comunicazione, denominata "Unhate", nella quale invita i leader e i cittadini del mondo a combattere la "cultura dell'odio". 

L'intento è quello di non limitarsi ad un esercizio estetico, ma di assumere nuove strategie di "Responsabilità sociale d’impresa", attraverso la creazione della  Fondazione Unhate , per "contribuire alla creazione di una nuova cultura contro l'odio".

Questa volta l'azienda decide di collaborare con l'agenzia  72andSunny  per creare la serie di poster "Unhate", definite dallo stesso Benetton "immagini simboliche di riconciliazione, con un tocco di speranza ironica e provocazione costruttiva".

Il marchio "United Colors of Benetton" torna così a comunicare globalmente con un messaggio semplice e diretto, ma, anche in questo caso, le polemiche non mancano.

Le immagini riportate sui manifesti sono dei fotomontaggi che ritraggono figure politiche e religiose nell'atto di baciarsi sulla bocca, come  Barack Obama  e il presidente del Venezuela  Hugo Chávez .

Il 17 Novembre del 2011 Il Vaticano annuncia un'azione legale contro la Benetton per l'immagine che ritrae  Papa Benedetto XVI  nell'atto di baciare  Ahmed Mohamed el Tayeb , imam della moschea di Al Azhar in Egitto. 

L'azienda decide di ritirare l'immagine da ogni pubblicazione, con effetto immediato. 

SPORT

Le partecipazioni del Gruppo Benetton in ambito sportivo hanno inizio nel 1979 con la sponsorizzazione della squadra locale di rugby, "AS Rugby Treviso", al tempo amatoriale. La  Benetton Rugby  è diventata con il tempo una forza importante nel rugby italiano, collezionando 11 scudetti e fornendo all'Italia numerosi giocatori. 

Ben più noto è invece il ruolo della società veneta nelle corse automobilistiche. Entrato in Formula Uno come sponsor della Tyrrell nel 1983, il Gruppo Benetton non si è limitato alle sponsorizzazioni, ma nel 1986 è stata costituita la  Benetton Formula Limited , a seguito dell'acquisto dei teams Toleman e Spirit da parte della famiglia Benetton. La squadra ha raggiunto il suo apice sotto  Flavio Briatore , manager tra il 1990 e il 1997, grazie alle vittorie di  Michael Schumacher  nel campionato Piloti 1994 e 1995, anno che ha visto anche la vittoria del titolo Costruttori. La squadra è infine stata acquistata nel 2000 dalla Renault per 120 milioni.

Il Gruppo Benetton ha anche sponsorizzato il  Treviso Basket  (1982-2012) e la  Sisley Volley (1987-2012).

CRITICHE

Numerose sono le polemiche che hanno accompagnato il Gruppo Benetton in questi primi cinquant'anni della sua storia, e non hanno riguardato solo il taglio provocatorio delle sue campagne pubblicitarie.

Secondo la "Guida al vestire critico" (2006), ad esempio, "Benetton ottiene parte dei suoi prodotti da terzisti localizzati in Cina, paese che vieta ogni libertà sindacale"; controverse e in via di definizione sono anche le polemiche attorno all'acquisizione nel 2003 di terre della Patagonia rivendicate dal popolo Mapuche, costretto a vivere in una striscia di territorio sovrappopolata e a fornire spesso manodopera a basso costo.

Critiche e sospetti sono arrivati anche sull'idea di utilizzare chip di tracciamento per monitorare l'inventario, a cui è seguito l'accantonamento del piano da parte dell'azienda per questioni legate alla privacy dei consumatori.

Anche la  PETA , infine, nel 2007 ha invitato a boicottare i prodotti della Benetton a causa dell'acquisto reiterato di lana da parte di agricoltori che praticano la tecnica mulesing. 

Il Gruppo Benetton ha in seguito accettato di acquistare lana nonmulesed e ha sollecitato l'industria della lana ad adottare le modalità indicate dall'associazione PETA e dai  Wool Growers  australiani per contrastare la pratica del mulesing. 

Il Benetton Group ha messo a disposizione dei consumatori sul proprio sito la propria posizione in relazione alle polemiche citate.

Galleria Immagini

Pelliccia ecologica benetton

Pelliccia ecologica "benetton", colore bordeaux. taglia 44/46/ottime condizioni

2 settimane, 4 giorni fa € 25 Verona (Verona)

Jeans benetton come nuovi

Jeans della benetton tg 32 mod slim vendo come nuovi a € 15

2 mesi, 3 settimane fa € 15 Ravenna (Ravenna)

Maglia uomo benetton tg. m

Maglia da uomo della benetton tg. m azzurra con fantasia a rombi 100% cotone, vendo a € 10.

2 mesi, 3 settimane fa € 10 Ravenna (Ravenna)

Pantalone uomo benetton

Pantaloni da uomo scuri della benetton, taglia 48 composizione tessuto: pura lana vergine, viscosa, poliestere e acetato.

2 mesi, 3 settimane fa € 10 Ravenna (Ravenna)

Giubbotto piumino uomo benetton nero

Piumino sportivo nero da uomo della benetton "below zero" taglia 50, vendo usato poco a € 20

2 mesi, 3 settimane fa € 20 Ravenna (Ravenna)

Cronografo benetton, originale cinturino in acciaio

Cronografo benetton modello ms40 usato ma in buone condizioni, dovrei avere anche la scatola se ne fate richiesta. prezzo poco ...

3 mesi fa € 30 Firenze (Firenze)

Beneteau 50

Beneteau 50 1997 [67282]

7 mesi, 1 settimana fa € 110.000 Milano (Milano)

Benetti 37

Benetti 37 1996 i motori sono stati sbarcati e revisionati nel 2009.condizioni impeccabili. [60844]

1 anno fa € 35.000 Milano (Milano)

Beneteau first 50

Beneteau first 50 2007 [57404]

1 anno, 2 mesi fa € 190.000 Milano (Milano)

Tavolo rotondo arredamento ex benetton

Tavolo rotondo arredamento ex benetton 120cm di diametro. struttura in ferro disponibile sia bronzo che canna di fucile. piano in ...

2 mesi, 2 settimane fa € 290 Piombino (Livorno)
 

Login

Registrati

Recupera password